Case Study – b-more

Caso-Studio-b-more-Consulente-Digital-Strategy-Ciciriello-Francesco-1280x493.jpg

Groupbmore

Sviluppo del Business B2B, Branding, Identity, Website e SEO —

Il progetto di startup innovativa portato avanti con b-more, mi vede ideatore del progetto e al tempo stesso sviluppatore dello stesso sotto varie vesti.
Infatti un progetto così complesso mi ha visto impegnato sotto diversi fronti per la sua realizzazione: branding, realizzazione del sito web, ottimizzazione SEO e gestione dei social media.
In questo case study affronterò solo le tematiche prettamente legate al digitale e sito web, senza entrare nei dettagli dello stesso e della gestione delle risorse umane o della fase di startup del progetto.
b-more è una startup che si occupa di loyalty digitale nell mondo del retail di vicinato, che adopera la tessera sanitaria italiana per identificare il cliente in modo univoco.

Il logo

Il nome del brand è volutamente in inglese e significa letteralmente “sii di più”. Infatti il concetto che si voleva passare era che con b-more fosse possibile offrire di più al consumatore ed evolvere il concetto di retail. Il quadrato bianco con la barra in negativo sulla parte destra, rappresenta la stilizzazione della banda magnetica di una smart card. Il colore azzurro invece è rappresentativo del concetto di “fiducia” e riprende in parte il colore della CNS (Carta Nazionale dei Servizi), più conosciuta coma Tessera Sanitaria.

Il Sito Web

Il sito ha subito varie modifiche nel corso del tempo. L’ultima versione vede la luce nel febbraio del 2019 ed è stato pensato per rispondere alle esigenze di due target ben precisi: il commerciante e il suo consumatore.
Infatti le informazioni presenti sono pensate per rispondere a domande provenienti da entrambi i target, ma focalizzandosi principalmente sul cliente pagante finale, ossia il commerciante.

La SEO

Una recente statistica mette in risalto come le startup italiane abbiano un problema con i propri siti internet. Infatti solo l’80% ha un sito e solo in un centinaio risultano avere un sito ottimizzato a livello SEO. In questo caso b-more ha lavorato a fondo su tutta la parte di posizionamento sui motori di ricerca, per permetterle di acquisire una fetta di visibilità importante nel settore della fidelizzazione dei clienti e dei circuiti fedeltà.
Il lavoro di SEO si è concentrato principalmente sull’ottimizzazione del caricamento delle pagine sia da desktop che mobile. Successivamente è stato preso in considerazione un lavoro di creazione contenuti per il blog. Contenuti che hanno, come detto prima, l’obiettivo di ampliare il traffico organico verso il sito.

Evoluzioni future

In futuro il sito sarà nuovamente modificato per permettere di divenire una vera e propria piattaforma ad uso e consumo dei clienti del commercio locale. All’interno saranno visibili le schede delle singole attività affiliate e mostrati i livelli di affidabilità delle stesse.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *